ASSESSORATO POLITICHE GIOVANILI

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DEI GIOVANI
Approvato con delibera di C.C. n.46 del 16.12.2005

Art.1

Allo scopo di favorire la partecipazione dei cittadini, dei giovani cittadini residenti nella città di Acri, di età compresa tra i 15 e i 27 anni, e delle associazioni, alla definizione delle scelte politiche rivolte ai giovani si costituisce la Consulta dei Giovani del Comune di Acri.
La Consulta opera in piena autonomia e in stretta collaborazione con l'Assessore alle politiche Giovanili al fine di attuare un pieno coinvolgimento di tutti i soggetti interessati (enti, associazioni, singoli) e un continuo raccordo con i tavoli di coordinamento sulle politiche giovanili.

Art.2 Finalità della Consulta

La Consulta nel rispetto dei principi della Costituzione persegue le seguenti finalità:

  • promuovere la conoscenza delle problematiche giovanili nella città e della città;
  • favorire la partecipazione democratica all'amministrazione della città;
  • sviluppare il più ampio coordinamento fra interventi rivolti ai giovani dalle istituzioni pubbliche e dai soggetti del privato sociale;
  • esercitare funzioni di controllo per lo sviluppo del rapporto fra giovani e istituzioni;
  • promuovere la conoscenza delle attività e dei programmi promossi dalle associazioni.

Art.3 Compiti della Consulta

La Consulta promuove azioni o progetti volti allo sviluppo della conoscenza della condizione giovanile nella nostra città e della nostra città. Inoltre la Consulta promuove attività, progetti e programmi volti alla piena attuazione dei diritti di cittadinanza dei giovani.
La Consulta svolge attività di documentazione e promozione di interventi, progetti e attività realizzati dai propri componenti. L'Amministrazione Comunale può acquisire il parere della Consulta sugli obbiettivi e sui programmi dei servizi delle Politiche Giovanili.

Art.4 - Organi della Consulta

Sono organi della Consulta dei Giovani:

  • l'Assemblea;
  • il Comitato Esecutivo;
  • il Presidente;

Art.5 - L'Assemblea

L'Assemblea della Consulta è formata da:

  • un rappresentante di ogni associazione e organizzazione che svolga attività rivolte ai giovani;
  • un rappresentante di ogni associazione giovanile;
  • un rappresentante di minoranza e maggioranza del Consiglio Comunale;
  • un rappresentante di ogni rappresentanza studentesca degli organi collegiali delle scuole medie - superiori;

un rappresentante di ogni comitato impegnato nella tutela di interessi relativi alle istanze giovanili, oltre che giovani singoli, dì età compresa fra i 14 e i 27 anni, che siano stati riconosciuti e proposti da almeno 18 giovani di età compresa fra i 14 e i 27 anni. Detta proposta deve essere presentata in forma scritta, accompagnata dalle firme di tutti i proponenti unitamente a copia di un documento d'identità legalmente valido. Della Convocazione dell'Assemblea verrà data comunicazione al Capigruppo del Consiglio Comunale. L'Amministrazione Comunale aprirà le iscrizioni all'Assemblea della Consulta tramite apposito bando. Le associazioni, le organizzazioni, i gruppi informali e i comitati presenteranno quindi la richiesta di partecipazione all' AssembIea specificando:

  • nome dell'associazione/organizzazione ove previsto;
  • sede e recapito;
  • nome del rappresentante designato.

Inoltre alla domanda di partecipazione dovrà essere allegato lo statuto o l'atto costitutivo dell' associazione/organizzazione. Nel caso di rappresentanti di comitati, o di singoli in rappresentanza di gruppi, alla domanda dovrà essere allegata la proposta sottoscritta da almeno 18 giovani di età compresa fra i 14 e i 27 anni, di cui sopra.

Art.6 - Compiti dell'Assemblea

L' Assemblea definisce le finalità e le linee di indirizzo della Consulta. L'Assemblea ha il compito di:

  • eleggere il Presidente;
  • eleggere il Comitato Esecutivo.

L'Assemblea può proporre di modificare il presente regolamento entro i limiti posti dal regolamento per le libere firme associative. Il Presidente e i componenti del Comitato Esecutivo saranno individuati fra i membri dell'Assemblea. L'Assemblea può nominare al suo interno Commissioni di approfondimento o di programmazione. L'Assemblea viene riunita su convocazione del Presidente almeno ogni sei mesi o su richiesta di almeno un terzo dei suoi componenti. Il Comitato esecutivo, e le eventuali Commissioni interne, potranno ugualmente definire un proprio calendario di incontri e attività, sulla base degli obbiettivi/priorità che verranno stabiliti ed approvati dall'Assemblea.

Art.7 - Il Presidente

Il Presidente è eletto dall'Assemblea fra i suoi componenti a maggioranza dei presenti, sulla base di una rosa di candidature. Le candidature devono essere presentate all'Assessorato Politiche Giovanili del Comune dieci giorni prima della data dell'elezione.
Il Presidente resta in carica due anni.

Il Presidente:

  • ha funzioni di rappresentanza della Consulta;
  • ha il compito di convocare e presiedere l'Assemblea ed il Comitato Esecutivo;
  • cura i rapporti fra il Comitato Esecutivo e l'Assemblea

Art.8 - Il Comitato Esecutivo

Il Comitato Esecutivo è composto oltre che dal Presidente, da n. 4 membri scelti all'interno dell'Assemblea sulla base di una rosa di candidature e mediante espressione di non più di una preferenze. Le candidature devono essere presentate all'Assessorato Politiche Giovanili almeno dieci giorni prima della data dell'elezione. Vengono eletti i 4 candidati che ottengono il maggior numero dì voti. In caso di parità di voti, risulta eletto il più giovane di età. In caso dì rinuncia di uno dei membri eletti verrà sostituito dal primo dei non eletti.
Il Comitato Esecutivo dura in carica 2 anni e i suoi componenti possono essere rieletti. Non possono far parte dei Comitato Esecutivo i Consiglieri Comunali. Il Comitato Esecutivo ha il compito di mettere in atto gli indirizzi e i programmi approvati dall'Assemblea; Il Sindaco e l'Assessore alle Politiche Giovanili fanno parte quali membri permanenti del Comitato Esecutivo.

Stampa